Pubblicato il Lascia un commento

La costituzione difende la salute

La salute del cittadino è sancita nella costituzione.

Martellati dalla frenesia di tutti i giorni, dalle mille battaglie quotidiane che dobbbiamo combattetre per “tirare avanti la baracca”,come si dice in gergo; stretti nel traffico leggendo l’ultima mail del capo oppure strizzati su di un autobus per non fare tardi in cantiere; ci dimentichiamo che il nostro paese ha un cosa bellissima, scritta e pensata in un modo che oggi sembra dimenticato, una cosa nata dal sangue, dal dolore e dalle umiliazioni patite da un paese in guerra; un patto indelebile per cancellare le vergogne di un popolo, l’italiano, che ha amato e odiato il Suo boia, solo per ritrovarsi, poi, senza un’identità.

La costituzione regola e sancisce il vivere civile del nostro paese, guida e regola le scelte ed ispira i governi in favore del Suo popolo.

Riportiamo, con onore, l’articolo 32 della costituzione, con il quale si sarebbero dovuti confrontare quegli incompetenti, usurpatori della pubblica amministrazione, che hanno regolamentato e fatto scempio non solo del settore della sigaretta elettronica, ma di centinaia di persone che hanno lavorato, investito e sperato:

Articolo 32.
La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.
Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

La sigaretta elettronica è un mezzo di riduzione del danno, comprovato a livello scientifico, il Nostro paese vuole fare cassa?Noi vogliamo avere la possibilità e il diritto di difendere la nostra salute.