Pubblicato il

CANNABIS LIGHT e CBD, nuova normativa Europea.

Ottime news per la marijuana light e il CBD

Nella riunione dello scorso 19 Novembre, la CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA ha sancito che il #CBD non ha effetti negativi sulla salute dell’uomo e che , quindi, non può essere considerato una sostanza stupefacente.

Finalmente la CORTE EUROPEA si allinea alla realtà scientifica che riporta i numerosi benefici di questa sostanza.

Gli effetti riportati dall’azione del CBD, si limitano ad un senso di rilassamento e di supporto ad alcune malattie; sempre più medici li consigliano e sempre più pazienti lo usano con estrema soddisfazione.

L’unica limitazione confermata riguarda il contenuto di THC che deve essere inferiore o uguale allo 0,2%.

I paesi Europei più all’avanguardia e permissivi per la commercializzazione di CANNABIS LIGHT sono : SPAGNA, GRECIA, OLANDA, GERMANIA, SVEZIA e POLONIA.

Le ripercussioni sono notevoli dal punto di vista economico questi paesi, infatti, detengono la maggioranza quasi assoluta della produzione e commercializzazione della MARIJUANA LIGHT.

Per i clienti rimane la certezza di affidarsi a produttori sicuri.

Pubblicato il

Un FILM per raccontare la disinformazione sulla SIGARETTA ELETTRONICA

Un documentario realizzato dallo Yorkshire Cancer Research, rivela le trame dietro la disinformazione sulla sigaretta elettronica.

Un vero e proprio documentario della durata di circa mezz’ora.

Medici, ricercatori ed esperti di salute affrontano il tema delle #fakenews che stanno alle spalle della #sigarettaelettronica.

Tanti i miti da sfatare:

  • La sigaretta elettronica è stata inventata e commercializzata dalle multinazionali del tabacco
  • E’una porta per il fumo vero.
  • Fa male come il fumo del tabacco
  • Causa molte malattie come l’infarto
  • etc..
  • etc..

Clive Bates, esperto internazionale di riduzione del danno del fumo afferma:

È impossibile fermare il diluvio di disinformazione che arrivava dall’Atlantico

La riduzione del danno da fumo, tramite l’uso della sigaretta elettronica è una realtà scientifica comprovata.

Il rischio del fumo  equivale a saltare dal 16° piano di un palazzo, quello dell’e-cigarette a saltare dal gradino più basso delle scale del portone di casa .. Se bisogna correre un rischio tutti sceglieremmo di saltare dal gradino del portone

Hazel Cheeseman di Action on smoking and vaping (Ash)

Ed ecco a voi il documentario, buona visione