Pubblicato il Lascia un commento

Ricerca Americana: Ecco i motivi per passare subito alla sigaretta elettronica

Il rischio di cancro ai polmoni non scompare del tutto per un ex-fumatore.

La ricerca testimonia come smettere di fumare non comporti l’eliminazione immediata del rischio di cancro polmonare.

Le possibilità diminuiscono in un lasso di tempo di 25 anni.

La ricerca, condotta alla Vanderbilt University Medical Center, pubblicata sul Journal of National Cancer Institute, ha seguito i casi di 8907 pazienti per un periodo che va dai 25 ai 34 anni.

In questo periodo sono stati diagnosticati 284 tumori ai polmoni nei pazienti classificati come “forti fumatori” che avevano fumato, ossia, un pacchetto al giorno per almeno 21 anni.

Nei cinque anni successivi all’abbandono della sigaretta, il rischio di cancro diminuisce del 39% rispetto ai fumatori renitenti.

Con il passare degli anni, il rischio diminuisce gradualmente, ma anche a 25 anni dall’arresto, rimane tre volte più alto di quello di chi non ha mai fumato.

4 su 10 dei tumori al polmone sono stati diagnosticati in ex “forti fumatori” che avevano smesso da più di 15 anni.

Purtroppo si riscontra che anche a 25 anni dall’ultima sigaretta, il rischio di cancro polmonare rimane tre volte superiore rispetto ai non fumatori.

#ecig , #tabacco , #sigarettaelettronica , #svapo