Pubblicato il Lascia un commento

Svapare o non svapare? Cosa dicono le prove?

Svapare è un aiuto efficace per smettere di fumare, è più sicuro del fumo ed è improbabile che sia un significativo "accesso" al fumo per i giovani, secondo il ricercatore principale professor Chris Bullen. 

Il professor Bullen ha tenuto un discorso programmatico sullo svapo alla Australian Society for Alcohol and Other Drugs Conference di Auckland.

Il professor Bullen ha sottolineato i dati provenienti dall'Inghilterra che dimostrano che lo svapo è il principale aiuto per smettere di fumare usato dai fumatori inglesi.

Uno studio ha rilevato che l'82% ha valutato il proprio dispositivo come una sigaretta vera e propria.

Sono efficaci per smettere di fumare?

in base agli studi randomizzati controllati finora, lo svapo è efficace almeno quanto i cerotti alla nicotina per aiutare i fumatori a smettere.

Tuttavia, i dispositivi utilizzati nelle prove sono "prodotti ormai obsoleti che fornivano piccole quantità di nicotina".

I modelli più recenti saranno probabilmente più efficaci.

Brown ha scoperto che i fumatori nel Regno Unito che utilizzavano un vaporizzatore avevano il 60% in più di probabilità di smettere di fumare.

I tassi di fumo nel Regno Unito e negli Stati Uniti stanno diminuendo notevolmente più velocemente che in Australia e lo svapo potrebbe svolgere un ruolo fondamentale in questo calo.

Il professor Bullen ha sottolineato l'importanza dello svapo quotidiano. La ricerca mostra che l'uso quotidiano aumenta notevolmente i tassi di cessazione e riduce l'assunzione di sigarette rispetto a un uso meno frequente.
Uno dei vantaggi speciali dello svapare è che può aiutare a prevenire la ricaduta degli ex fumatori.

Quanto è sicuro svapare?

Secondo il professor Bullen le prove indicano che "l'uso di sigarette elettroniche è più sicuro del fumo", anche se gli effetti dell'uso frequente a lungo termine sono sconosciuti.

Gli effetti collaterali nocivi dello svapo non sono comuni.
I vapers sono esposti a livelli molto più bassi di sostanze tossiche rispetto al fumo e gli studi mostrano livelli molto ridotti di sostanze chimiche nel corpo (biomarcatori) rispetto al fumo.
Il professor Bullen ha avvertito della confusione causata dalla cattiva scienza che ha confuso le acque:


“molti studi soffrono di importanti problemi metodologici: esposizioni realistiche, mancanza di comparatori, estrapolazione da risultati in vitro a indicazioni sulla salute …”

Ha inoltre evidenziato uno studio di modellizzazione che prevedeva sostanziali miglioramenti nella salute della popolazione se più fumatori hanno fatto il passaggio alla vaping.

Lo svapo è un accesso al mondo del fumo?

Il rischio che i giovani vengano attratti dallo svapo e quindi dai fumatori è una preoccupazione legittima che richiede ulteriori studi.

Il professor Bullen ha sottolineato che se lo svapo è una via d’accesso al fumo, l’effetto deve essere molto piccolo



“Sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito, l’aumento dell’accesso alle e-sigarette è stato accompagnato da un calo senza precedenti nel fumo giovanile”

Ci sono anche prove del fatto che lo svapo è un gateway per uscire dal fumo!!! 

Rispondi